home
biogr.
english
español
français
Deutsch
한 국 어
1976/95
1996
1997
1998
1999
2000
2001
2002
2003
2004
2005
2006
2007
2008
2009
2010
2011
2012
2013
2014
2015
2016
2017


Saluto al "Ritiro delle comunità cattoliche in rete" organizzato da Totus Tuus Network
Sala di San Francesco, 11 maggio 2002.
Dagli appunti di un partecipante, rivisti e approvati da S. E.

Grazie per avere scelto Ferrara come sede di questo ritiro spirituale delle comunità cattoliche in internet.

Quando mi è stato proposto di "avere un sito internet in cui inserire i miei scritti, non vi nascondo che rimasi perplesso. Le insistenze mi convinsero e poi, man mano che venivo messo al corrente del numero di visitatori, mi sono persuaso della formidabile potenzialità di questo mezzo. Tra me ho proprio esclamato con il salmista: "Davvero grande è il Signore" perché permette che molteplici siano gli strumenti utili a raggiungere le più svariate persone. Internet è dunque la conferma è ormai quotidiana una apprezzabile modalità di annuncio. Una modalità nuova, che può sorprendere: anche San Paolo, quando si presentò all'areopago di Atene, fu accolto con grande sospetto: "sentiamo che cosa ha da dire questo ciarlatano".

C'è comunque una considerazione di merito che esige attenzione: internet è una modalità di comunicazione che si pone a livello di premessa e che genera poi (e per certo verso esige) l'incontro personale. La vostra stessa esperienza odierna lo conferma: vasi di creta misteriosamente ripieni di tesori inestimabili, le persone umane non possono prescindere dall'incontrarsi nella propria umanità.

L'itinerario verso il Signore Gesù è composto di tanti passi: sentitevi il primo segmento di questo cammino. Chi opera per la nuova evangelizzazione usando questo mezzo, sia consapevole di lavorare con una modalità che lancia le domande e suscita il desiderio. Amplificare la domanda di senso della vita e del credere, suscitare il desiderio di conoscere il reale e il vero, sono i presupposti per ricercare e accogliere con entusiasmo l'indispensabile accadimento dell'incontro personale con la salvezza che è la persona di Cristo Signore.

Come Andrea e Giovanni consentirono ed occasionarono, con la loro testimonianza a Pietro, l'incontro del principe degli apostoli con il Signore, così voi potete "condurre a Gesù".

Sentitevi parte della ampia e universale missione della Chiesa.

Rendiamo grazie al Signore per l'intelligenza umana che è capace di inventare i grandi mezzi, le tecnologie capaci di diffondere a dismisura e amplificare ciò che è buono. Ma siate anche sempre consapevoli e vigilanti nei confronti di un mezzo che, voi mi insegnate, è troppo spesso usato per la devastazione morale e fisica della persona umana, anche e soprattutto quella più fragile ed innocente che è il bambino.

La vostra presenza nella rete, allora, potreste viverla come l'impegno ad essere i dieci giusti che sarebbero bastati al Signore per risparmiare Sodoma e Gomorra. Allora non si trovarono, e società corrotte furono distrutte.

Voi potete essere i testimoni della giustizia del Vangelo, il segno della presenza di Dio in ogni realtà umana.

Che sia fruttuoso il vostro impegno, che sia generosa la risposta del mondo. Vi affido a Sant'Isidoro di Siviglia, protettore di Internet, e vi benedico.