home
biogr.
english
español
français
Deutsch
한 국 어
1976/95
1996
1997
1998
1999
2000
2001
2002
2003
2004
2005
2006
2007
2008
2009
2010
2011
2012
2013
2014
2015
2016
2017


Presentazione del libro “Con le lampade accese. Le Suore della Carità a Ferrara”
Istituto S. Cuore, 14 gennaio 1999


E’ un fatto storico che ha una sua intrinseca spiegazione teologica: è la realizzazione di una “legge” dell’esistenza cristiana. Vorrei brevemente descrivervi questa legge.
1. E’ ben noto a tutti che cosa significa «essere suora»: pratica dei consigli evangelici. Cioè: “seguendo Cristo più da vicino (pressuis) sotto l’azione dello Spirito Santo, si dedicano a Dio totalmente come al loro supremo amore” (C.J.C. can. 573, §1). La sequela di Cristo prende la forma dell’abbandono, della scelta di rinunciare ai tre beni  creati più preziosi: il possesso, la relazione sessuale uomo-donna, l’autonomia del disporre di sé.
2. Questa configurazione dell’essere, che è propria dell’«essere suora» ha condotto molti a pensare ad una sorta di… divisione di compiti nella vita della Chiesa, ridotti fondamentalmente a due. Il compito laicale: informare le realtà mondane dello spirito evangelico; il compito religioso: richiamare ogni credente a quella vita eterna che non è di questo mondo, come risulta dalla rinuncia fatta ai beni di cui parlavo. Ed anche una certa teologia ha insistito eccessivamente sulla «dimensione escatologica» della vita religiosa, come sua caratteristica propria.
La realtà storica – ed oggi ne abbiamo un’ulteriore dimostrazione – ha però smentito questa visione: la persona consacrata è stata sorgente di cultura, di trasformazione di questo mondo. La spiegazione la si è cercata nella teoria della «eterogenesi dei fini»: una sorta di capovolgimento della intenzione originaria di un progetto.
 3. La realtà, come sempre, è molto più ricca nella sua semplicità. La persona consacrata, proprio a causa della sua indivisa dedizione a Cristo, diviene il «punto centrale» nel quale il Regno di Dio viene inserito in questo mondo. Il Regno di Dio che sta venendo, non può venire se non nel mondo: la persona consacrata apre pienamente il mondo a questa possibilità.
  Il Regno di Dio accade là dove la persona umana è salvata: tutta la sua umanità è sanata, elevata, coltivata.

  Questo libro mostra questo evento unico che accade dal 1849 anche nella nostra città.