home
biogr.
english
español
français
한 국 어
1976/95
1996
1997
1998
1999
2000
2001
2002
2003
2004
2005
2006
2007
2008
2009
2010
2011
2012
2013
2014
2015
2016
2017


Messaggio per la S. Quaresima, del 20 febbraio 1999
(letto in tutte le parrocchie della Diocesi domenica 21 febbraio, subito dopo la proclamazione del santo Vangelo e prima dell’omelia)


 Carissimi,
   “in ogni tempo è bene per noi vivere con sapienza e santità, e indirizzare la nostra volontà e le nostre azioni in ciò che sappiamo piacere alla giustizia divina. Ora, però, avvicinandosi quei giorni che il mistero della nostra salvezza ha reso celebri (cioè la Pasqua), bisogna purificare i nostri cuori con cura più diligente e con più impegno esercitarsi nelle virtù” (S.Leone Magno).
 A questo scopo il Padre di ogni grazia ci dona la Quaresima: perché sia più profonda la nostra conversione e nulla di disordinato si trovi nel nostro cuore.
Giungeremo così a celebrare la Pasqua “non con il lievito vecchio, né con lievito di malizia e di perversità, ma con azzimi di sincerità e di verità” (1Cor. 5,8).
 Voi già conoscete quali opere la nostra santa Madre Chiesa ci raccomanda durante questi giorni: il digiuno, la preghiera, l’elemosina. I vostri sacerdoti vi guideranno spiritualmente e vi istruiranno su queste opere.
 Vi faccio una raccomandazione speciale. Tra i sacramenti da vivere seriamente nel tempo quaresimale vi è quello della Confessione. Iniziate la Quaresima con una buona confessione, ritornateci a metà percorso per una verifica, e confessatevi poi di nuovo alla fine, nell’imminenza della S.Pasqua. La lotta al peccato è terribilmente seria: individuate quello a cui tenete di più, e sradicatelo da voi.
 Vi chiedo infine un grande favore: durante questi giorni pregate spesso per la mia conversione.

 Vi benedico di cuore