home
biogr.
english
español
français
한 국 어
1976/95
1996
1997
1998
1999
2000
2001
2002
2003
2004
2005
2006
2007
2008
2009
2010
2011
2012
2013
2014
2015
2016
2017


Invito alla partecipazione alla gara diocesana
«Il Presepio nelle famiglie e nelle collettività»
27 novembre 2012

Ai Rev. Vicari Pastorali
Ai Rev. Parroci
Ai Sigg.ri Insegnanti
Alle Case religiose maschili e femminili
Ai responsabili di Scuole, Convitti, Ospedali, Caserme,
Case di riposo, Collegi e ogni altra Comunità

Carissimi,

in questo Anno della Fede la costruzione del presepio può essere una particolare e lieta occasione di dar ragione della nostra fede e di annunciare la Presenza divina riconosciuta e accolta nelle sembianze di Gesù Bambino e nel ricordo della sua nascita, prima manifestazione al mondo.

La Gara Diocesana "Il Presepio nelle famiglie e nelle collettività", quest’anno alla sua cinquantanovesima edizione, dal suo inizio è stata una bella occasione e un sostegno per quanti si impegnano a rendere la scena presepiale sempre più bella e significativa.

Essa risale alle origini della Cristianità, era annuncio di speranza di salvezza universale, e nel tempo e con l’arte si è arricchita di figure significative: e la tradizione bolognese è sempre stata ricca e felice in questa creatività, che continua ai giorni nostri.

Nelle famiglie e nelle parrocchie, nei luoghi di lavoro, negli ospedali, nelle scuole, nelle caserme, e in ogni altro luogo dove si vive, il presepio, grande o piccolo che sia, annuncia la speranza cristiana, sostanziata dalla fede e operante nella carità: è occasione non solo per mettersi all’opera e mostrare abilità e perizia, ma soprattutto per annunciare e testimoniare.

Vi esorto quindi a raccogliere anche quest’anno l’invito a partecipare a questa lieta competizione, dove si gareggia per rappresentare al meglio l’accoglienza che si vuole offrire a Gesù Bambino, che annuncia il nuovo ordine delle cose, nella nostra vita e nei nostri cuori.

Vi auguro di cuore un Santo Natale e invoco su di voi la benedizione del Signore.

Bologna, 27 novembre 2012
+ Carlo Card. Caffarra