home
biogr.
english
español
français
한 국 어
1976/95
1996
1997
1998
1999
2000
2001
2002
2003
2004
2005
2006
2007
2008
2009
2010
2011
2012
2013
2014
2015
2016
2017


58esima edizione della Gara Diocesana"Il presepio nelle famiglie e nelle collettività"
3 dicembre 2011


Ai Rev. Vicari Pastorali
Ai Rev. Parroci
Ai Sigg. ri Insegnanti
Alle Case religiose maschili e femminili
Ai Responsabili di Scuole, Convitti, Ospedali,
Caserme, Case di riposo, Collegi, e ogni altra Comunità


Carissimi,

la Gara Diocesana "Il Presepio nelle famiglie e nelle collettività" giunge quest’anno alla sua 58a edizione, e ancora una volta famiglie e comunità di ogni tipo si accingono a far posto a Gesù Bambino nella loro vita.

Alla gara sono invitate non solo le famiglie, presso le quali la tradizione del presepio è forte e radicata, ma anche le collettività e comunità di ogni tipo.

Parrocchie quindi, e anche ospedali e caserme, luoghi di lavoro come aziende ed esercizi commerciali di ogni dimensione, e soprattutto scuole sono i protagonisti di questa bella iniziativa che vede tutti gareggiare lietamente nel dare testimonianza della salvezza che è venuta per ogni uomo.

I presepi infatti non solo testimoniano l’accoglienza che si fa a Gesù Salvatore, ma anche la profezia della sua morte e Risurrezione, e la notizia della salvezza che porta agli uomini.

Nei personaggi del presepio siamo tutti rappresentati, e insieme partecipiamo alla prima venuta di Gesù, contempliamo la sua gloria, e lo riconosciamo unico Salvatore, sull’esempio di Maria e di Giuseppe, di Pastori e Magi, e lo annunciamo al mondo: per questo fare il presepio è importante sia per chi lo fa che per chi lo ammira.

La Diocesi di Bologna, con la sua grande tradizione, vanta presepi d’arte, mostre e rassegne, e gli artisti di oggi volentieri si cimentano con le figure presepiali: da chi ci ha preceduto ci viene una tradizione di fede ed arte che la Gara Diocesana ha raccolto e promosso.

Vi invito quindi a questa gara, e mentre Vi auguro di cuore un Santo Natale, invoco su di voi la benedizione del Signore.

+ Carlo Caffarra
Arcivescovo di Bologna