home
biogr.
english
español
français
한 국 어
1976/95
1996
1997
1998
1999
2000
2001
2002
2003
2004
2005
2006
2007
2008
2009
2010
2011
2012
2013
2014
2015
2016
2017


Domenica I di Quaresima (Anno B)
Cattedrale, 26 febbraio 2012


1. Cari fratelli e sorelle, la prima lettura ci invita a meditare su uno dei momenti fondamentali della storia dell置manità, della nostra storia.

Notiamo subito che Dio rivolge la sua parola "a Noè e ai suoi figli con lui". Orbene in questo piccolo gruppo di persone era presente tutta l置manità che ne sarebbe discesa. Essi infatti erano scampati dal diluvio che, all段nfuori di loro, aveva distrutto tutto e tutti. Dunque, ciò che Dio dice a Noè e ai suoi figli, è detto ad ogni uomo, a ciascuno di noi.

"Ecco" dice il Signore "io stabilisco la mia alleanza con voi e con i vostri discendenti dopo di voi". Dio prende l段niziativa di diventare alleato dell置omo. Si tratta di un impegno unilaterale che Egli prende, una volta per sempre. A che cosa si impegna il Signore? "Non sarà più distrutto nessun vivente dalle acque del diluvio, né più il diluvio devasterà la terra". Tutta la creazione è al sicuro; essa non sarà più devastata, perché a questo il Signore si è impegnato.

Ma il contenuto dell段mpegno divino è più preciso: "non sarà più distrutto nessun vivente". La vita sarà per sempre tutelata dal Signore Iddio. L誕cqua non dovrà più essere forza distruttiva, ma vivificante.

Cari fratelli e sorelle, non perdiamo mai la consapevolezza di questa divina alleanza. Dio non ci ha abbandonati; Dio è il nostro alleato, per sempre. Per questo motivo, abbiamo poc誕nzi pregato: "ricordati, Signore, del tuo amore; della tua fedeltà che è da sempre. Ricordati di me nella tua misericordia, per la tua bontà, Signore".

Dall誕lleanza con Noè ed i suoi figli inizia la storia di Dio con l置omo. Una storia nella quale alla fedeltà di Dio corrisponde spesso l段nfedeltà dell置omo; alla cura che Dio ha dell置omo corrisponde l段ncuria di Dio da parte dell置omo; all誕more di Dio per l置omo, corrisponde l段ndifferenza dell置omo per Dio. Fino al punto che Dio attraverso un profeta, Geremia, rivela la sua decisione di andare comunque fino in fondo nella sua storia con l置omo, promettendo una nuova alleanza. "Ecco verranno giorni dice il Signore nei quali con la casa di Israele e con la casa di Giuda io concluderò un誕lleanza nuova []. Porrò la mia legge nel loro animo, la scriverà nel loro cuore [] io perdonerò la loro iniquità e non mi ricorderò più del loro peccato" [Ger 31, 31. 33. 34].

Questo è il vero inizio di una nuova creazione, ben più profonda di quella iniziata dall誕lleanza con Noè ed i suoi figli. La nuova creazione ha la sua base nella trasformazione del cuore dell置omo, nel perdono delle sue ingiustizie.

2. La promessa non resta tale. Essa diventa un fatto che accade. Quando e come? Ascoltiamo la seconda lettura.

"Carissimi, Cristo è morto una volta per sempre per i peccati, giusto per gli ingiusti, per ricondurvi a Dio". La nuova alleanza con cui Dio si impegna con l置omo, è stabilita e sancita dalla morte di Cristo sulla Croce. In essa è accaduta una misteriosa ma reale sostituzione. "Giusto per gli ingiusti". Dice Pietro. Quel "per" significa e "al posto di" e "a favore di". In ordine a che cosa? "per ricondurre a Dio". L置omo nella morte di Cristo rientra nella divina alleanza: è ricondotto a Dio. Non gli è più estraneo, diventa suo famigliare ed amico.

Ma in che modo quanto è accaduto sulla Croce avviene oggi? In che modo Cristo morto "al posto e a favore di" ciascuno di noi, fa sì che ciascuno di noi oggi sia "ricondotto a Dio"?

Vi dicevo poc誕nzi che dopo l誕lleanza di Dio con Noè, l誕cqua cessa di essere elemento di distruzione e diventa segno di vita. Ascoltiamo ancora l誕postolo: "figura, questa del Battesimo, che ora salva voi". È mediante i Sacramenti della fede, a partire dal battesimo, che la forza redentiva della morte di Cristo ci trasforma, e ci "riconduce a Dio".

3. Cari catecumeni, da questo momento la Chiesa non vi chiama più con questo nome, ma vi chiama "eletti". Oggi il Signore Iddio, mediante la Chiesa, vi dice pubblicamente che voi siete, da parte sua, oggetto di elezione.

L弾lezione, la scelta preferenziale lo sapete bene è il primo e fondamentale atto dell誕more: "io scelgo te, perché ti amo", dice il Signore in questo momento a ciascuno di voi. L誕lleanza di Dio con l置omo è con ciascuno di voi.

Essa, sancita nel sangue di Cristo, mediante i sacramenti nella notte pasquale "salva ora ciascuno di voi". Siatene certi: Dio resterà sempre fedele all誕lleanza che siglerà con ciascuno di voi la notte di Pasqua. Dio non si stancherà mai di voi.

Pur essendo, questa alleanza, una decisione unilaterale che Dio ha preso in Gesù Cristo, esige la vostra corrispondenza. Fra poco voi scriverete il vostro nome su un libro. Quella firma sta ad indicare che voi accettate la proposta di alleanza; ne fate vostri i contenuti e le clausole per sempre. Che grande evento sta accadendo fra noi! uomini e donne, che non sono che polvere e cenere, firmano con Dio un誕lleanza "una volta per sempre".

Il Vangelo ci avverte che il Satana cercherà di farvi venire meno a quella firma, a quell段mpegno di corrispondenza. E la Chiesa, nelle prossime domeniche, vi darà in Gesù una particolare forza contro di lui.

Ringraziate e lodate il Signore, perché vi ha eletti in Cristo ad essere suoi alleati, suoi figli adottivi. Così sia.