home
biogr.
english
español
français
한 국 어
1976/95
1996
1997
1998
1999
2000
2001
2002
2003
2004
2005
2006
2007
2008
2009
2010
2011
2012
2013
2014
2015
2016
2017


CONCLUSIONE DELLA SETTIMANA MARIANA
Cattedrale di Ferrara
12 ottobre 1997

“Ave Maria piena di grazia, il Signore è con te”: con quali parole più grandi, più vere, più appropriate, posso salutarti di quelle con cui ti salutò l’Arcangelo Gabriele? Si, noi tutti uniti colla Santa Chiesa intera ti salutiamo: “piena di grazia, il Signore è con te!” e ti diciamo con tutto il peso della nostra miseria: “prega per noi, santa Madre di Dio, perché diventiamo degni delle promesse di Cristo”.
Prega per noi: per noi Vescovo e sacerdoti perché il nostro cuore sia pieno di passione e di compassione per ogni uomo di questa città; perché non siamo indifferenti a nessuna sofferenza umana; perché faccia piaga al nostro cuore ogni umano dolore.
Prega per noi: per le vergini consacrate. Di esse abbiamo bisogno! Sono la viva immagine della tenerezza della misericordia del Padre e del tuo amore materno, specialmente per chi soffre e per chi è più piccolo. Che esse non ci manchino mai!
Prega per noi: per questa città e per chi la governa, siano rispettati in essa i fondamentali diritti di ogni persona umana: il diritto del concepito a non essere ucciso nel grembo materno; il diritto dei giovani a trovare un lavoro; il diritto dei malati ad essere adeguatamente curati ed assistiti; il diritto ad investire e a creare lavoro senza eccessivi intralci burocratici; il diritto della famiglia a trascorrere tutta unita il giorno festivo.
Madre tu hai sofferto il dolore di vedere morire il tuo Figlio: puoi comprendere il dolore delle famiglie dei quattro giovani che ieri hanno perduto la loro vita, e della lunga, troppo lunga serie di tanti giovani che quest’anno sono morti in questa strage insensata e assurda. Prega per il loro riposo eterno! Prega per i nostri giovani! Capiscano finalmente che la gioia del cuore non si trova che nell’incontro con la persona del tuo Figlio Gesù. Giovani, rifiutatevi di essere considerati “carne da macello”. Abbandonate in massa luoghi e forme di divertimento che causano solo la morte dello spirito, e spesso anche quella del corpo.
Perché diventiamo degni delle promesse di Cristo: le promesse di Cristo sono la vera libertà, la pace interna ed esterna, l’amore che si dona, la sapienza che illumina, la bellezza che ci trasfigura. Noi ti preghiamo, o piena di grazia, perché queste promesse si adempiano in noi: si adempiano nella nostra città, riportaci nella verità; liberaci dalla menzogna che ci inganna.
Prega per noi santa Madre di Dio; perché questa città diventi degna delle promesse di Cristo.