home
biogr.
english
español
français
한 국 어
1976/95
1996
1997
1998
1999
2000
2001
2002
2003
2004
2005
2006
2007
2008
2009
2010
2011
2012
2013
2014
2015
2016
2017


Presentazione dell'incontro con S. E. Mons. MARCHETTO
Istituto Veritatis Splendor
20 febbraio 2004

Penso che il papato, la successione petrina, sia uno dei fatti nei quali il “paradosso cristiano” si esibisce con maggior chiarezza. È il paradosso che Paolo connota, quando parla di un “tesoro in vasi di creta” [cfr. 2Cor 4,7]. La successione petrina infatti, ogni singolo Papa ha in custodia il tesoro della divina Rivelazione, della proposta divina nei confronti della quale si decide il destino eterno di ogni persona. Ma questo tesoro è depositato dentro “vasi di creta”: in uomini che possono essere di eminente grandezza morale, ma anche non alieni da ogni meschinità umana. Non solo. Ma poiché quel tesoro di cui sono portatori, deve essere deposto dentro la storia, dentro la vita quotidiana degli uomini, vale in grado eminente per il papato quanto il Conc. Vaticano II dice di tutta la Chiesa. Essa anticipa già in modo reale la rinnovazione del mondo e al contempo porta la figura fugace di questo mondo [cfr. Lumen gentium 48,3].
Lo studio del papato quindi è un vero “banco di prova” della correttezza dell’intelligenza di fede: è teologia; è diritto canonico; è storia, ed altro ancora. Ciò che però è decisivo è l’unità nella pluralità di questi approcci: unità che è data dalla comprensione teologica del papato.
Noi questa sera saremo guidati a questa comprensione del papato: una comprensione unitaria nella pluralità degli approcci. E così l’istituto VS adempie alla sua funzione prioritaria: insegnare a pensare – a pensare cristianamente. È la cosa di cui oggi abbiamo più bisogno.