home
biogr.
english
español
français
한 국 어
1976/95
1996
1997
1998
1999
2000
2001
2002
2003
2004
2005
2006
2007
2008
2009
2010
2011
2012
2013
2014
2015
2016
2017


Dichiarazione dell’Arcivescovo di Bologna
Bologna, 17 gennaio 2008


Oggi il Santo Padre Benedetto XVI avrebbe dovuto visitare l’Università di Roma ‘La Sapienza’: ne è stato impedito.

È una grave umiliazione inferta all’istituzione universitaria e la negazione pura e semplice della sua identità. L’Università come luogo in cui senza alcun pregiudizio uomini e donne si appassionano nella ricerca della verità: una ricerca che esige il confronto.

È una grave umiliazione inferta alla ragione, perché la violenza ed il pregiudizio le hanno impedito di esercitarsi secondo tutta la sua ampiezza.

È una grave umiliazione inferta all’uomo nella sua più profonda dignità che ha fondamento nella libertà.

È una grave umiliazione inferta alla comunità cattolica che si vede impedita, nella persona di chi essa venera ed ama come vicario di Cristo, di dire le ragioni della sua speranza ad un uomo sempre più smarrito.

La Chiesa di Bologna non può in questo momento non pensare al devastante effetto diseducativo che questo squallido episodio ha sulle giovani generazioni: sono state deluse nel loro desiderio di essere guidate a "seguir virtute e conoscenza".

Ai fedeli tutti ancora una volta dico che la comunione col Santo Padre è la pietra su cui si è edificata nei secoli ed ancora si edifica la nostra Chiesa.

Ad ogni uomo chiedo di riflettere sul capolinea a cui conduce un’idea e un’esperienza corrotta di laicità.

+ Carlo Card. Caffarra
Arcivescovo